business.jpg
FPSS slide image

Edward De Bono

leading authority on Creative Thinking - Inventor of Lateral Thinking

Read more...
FPSS slide image

Robert S. Kaplan

creator of the Balanced Scorecard

Read more...
FPSS slide image

Phil Kotler

world leading marketing authority

Read more...
FPSS slide image

Michael Spendolini

the inventor of Benchmarking

Read more...
FPSS slide image

Michael Jacobides

strategic & international management expert

Read more...
FPSS slide image

Donald Sull

strategic agility in unpredictable markets

Read more...
FPSS slide image

Isaac Getz

innovation: the value of small ideas

Read more...
FPSS slide image

Roger Hallowell

service management expert

Read more...
FPSS slide image

Raphael Cohen

expert on innovation & entrepreneurship

Read more...
FPSS slide image

Gary Becker

Economics Nobel Laureate 1992

Read more...

La Nostra Mission

Introduzione delle migliori prassi internazionali di Management, Economia, Finanza.
Sviluppo di idee innovative, metodologie e strumenti di gestione per aiutare le imprese a sviluppare la propria cultura aziendale.
PITTIS, RICCARDO Stampa E-mail

 
RICCARDO PITTISEx Campione di Basket, Commentatore ed Opinionista Televisico e Formatore

 

Ambiti Principali:

- Leadership
- Team Building
- Gestione del Gruppo
- Cambiamento
- Performance
- Gestione del Tempo e dello Stress
- Motivazione

 
 

Profilo Professionale:

Nato a Milano il 18/12/1968. A 6 anni, a causa di una malformazione cardiaca congenita, viene operato al cuore dal Prof. Gaetano Azzolina, che al termine del decorso post-operatorio consiglia alla madre di far svolgere al figlio una vita normale e soprattutto di fargli praticare dello sport. Inizia così la carriera cestista di Riccardo nelle giovanili dell’Olimpia Milano, dove esordisce nella massima serie nel gennaio 1985, in una squadra in cui i suoi Maestri sono degli autentici mostri sacri del basket come Mike D’Antoni, Dino Meneghin, Bob McAdoo e Dan Peterson come allenatore. Nelle otto stagioni con Milano vince 4 Scudetti, 2 Coppe Italia, 2 Coppe Campioni, 1 Coppa Intercontinentale, 1 Coppa Korac e diventa capitano della squadra, succedendo a Mike D’Antoni, nel 1990. Nel 1993 si trasferisce a Treviso nella Benetton Basket dove gioca 11 stagioni vincendo 3 Scudetti, 5 Coppe Italia, 2 Coppe Saporta e 3 Supercoppe.
Finisce la sua carriera nel 2004 nella Benetton, risultando ad oggi il secondo giocatore più vincente della storia del basket italiano dietro a Dino Meneghin. Ha indossato 118 volte la maglia della Nazionale Italiana tra il 1989 ed il 1997, vincendo due medaglie d’argento agli Europei del ’91 e del ’97 ed una medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo nel ’93. Tra le curiosità statistiche della sua carriera c’è il record assoluto di tutti i tempi (tuttora imbattuto) di palle recuperate ed il 2° posto assoluto nella classifica degli assist.
Ha giocato 685 partite senza mai saltarne una!

A circa trent’anni, a causa di un problema ai tendini della mano destra, da destrimane è riuscito a diventare mancino, giocando altri 4 anni ed ottenendo buoni risultati.

Terminata la carriera è stato per 6 anni telecronista di Sky e per 3 anni Team Manager della Nazionale Italiana di basket.

Dal 2015 è commentatore tecnico e opinionista del campionato italiano e della Fiba Champions League per la Rai.

Nel 2013 si iscrive ad una scuola di mental coaching dove si certifica ICF e diventa coach, sua attuale professione. Grazie a questa svolta, Riccardo nei suoi speech ha la possibilità non solo di raccontare la sua esperienza sportiva tenendola, come spesso accade, nella pura sfera aneddotica, ma di metterla “a terra” e renderla fruibile alla platea tramite gli strumenti di coaching acquisiti.
Gli argomenti trattati sono la leadership, il team building, la motivazione, la gestione del gruppo, il cambiamento, la performance, la gestione del tempo e dello stress.

In questi anni ha lavorato con numerose aziende italiane ed estere e con professionisti e manager, aiutandoli nella loro crescita e nel raggiungimento dei propri obiettivi, personali e di squadra.