business.jpg
FPSS slide image

Robert Engle

Economics Nobel Laureate 2003

Read more...
FPSS slide image

James Heckman

Economics Nobel Laureate 2000

Read more...
FPSS slide image

Robert Merton

Economics Nobel Laureate 1997

Read more...
FPSS slide image

James Mirrlees

Economics Nobel Laureate 1996

Read more...
FPSS slide image

Robert Mundell

Economics Nobel Laureate 1999

Read more...
FPSS slide image

Edmund Phelps

Economics Nobel Laureate 2006

Read more...
FPSS slide image

Edward Prescott

Economics Nobel Laureate 2004

Read more...
FPSS slide image

Robert Solow

Economics Nobel Laureate 1987

Read more...
FPSS slide image

Michael Spence

Economics Nobel Laureate 2001

Read more...
FPSS slide image

Joseph Stiglitz

Economics Nobel Laureate 2001

Read more...

La Nostra Mission

Introduzione delle migliori prassi internazionali di Management, Economia, Finanza.
Sviluppo di idee innovative, metodologie e strumenti di gestione per aiutare le imprese a sviluppare la propria cultura aziendale.
SOLOW, ROBERT M. Stampa E-mail

 
Robert Solow's Mug Shot Premio Nobel per l'Economia 1987
Professore di Economia, New York University, USA
Professore, Massachusetts Institute of Technology (MIT), USA

motivazione del premio:

per il suo contributo alla teoria della crescita economica

 

 
Principali Topics: crescita economica e cambiamento tecnologico; impatto dell'ICT nella macroeconomia
 

 
Profilo professionale: Robert Solow ha vinto una borsa di studio all'Harvard College, ma, alla fine del 1942, ha lasciato l'università per entrare nella US Army. Per un breve periodo ha prestato servizio nel Nord dell'Africa e Sicilia e poi per tutta la durata della guerra in Italia.
Ritornato ad Harvard, nel 1945, ha studiato Economia con Wassily Leontiev e tra il 1949 e 1950 ha vinto una borsa di studio di un anno alla Columbia University dove ha lavorato sulla sua tesi di dottorato, un tentativo di modellizzare i cambiamenti secondo la dimensione della distribuzione dei salari, mediante l'utilizzo dei processi interattivi di Markoff, per stabilire i tassi di occupazione/disoccupazione e i saggi dei salari. La tesi vinse il Premio Wells della Harvard.
Successivamente, nel 1950, ha accettato il ruolo di Assistant Professor al Dipartimento di Economia del Massachusetts Institute of Technology (MIT). Come egli stesso ha detto, non avrebbe mai desiderato fare un altro lavoro. Gli venne dato l'ufficio a fianco a quello di Paul Samuelson con il quale formò il nucleo centrale del Dipartimento di Economia del MIT, che fu largamente considerato come la "corrente principale" del periodo post bellico.
Solow ha anche ricoperto diverse ruoli governativi, tra i quali quello di economista senior per il Council of Economic Advisers (1961-1962) e di membro della President's Commission on Income Maintenance (1968-1970). Nel 1979 è stato anche Presidente dell'American Economic Association.
Nel 1987 Solow ha vinto il Premio Nobel per il "suo contributo alla teoria della crescita economica", mentre il suo paper principale sull'argomento fu "A Contribution to the Theory of Growth" (pubblicato per la prima volta nel 1956). Lo studio dei fattori che permettono la crescita della produzione e aumentano il welfare sono stati, per molti anni, gli argomenti centrali delle sue ricerche economiche con le quali ha raggiunto risultati eccezionali. Nel 1961 ha vinto anche il John Bates Clark Award che viene dato al miglior economista con meno di quarant'anni.
 

 

Profilo accademico:
  • B.A., Harvard University, 1947
 
  • M.A., Harvard University, 1949
 
  • Ph.D., Harvard University, 1951

 

 

Principali pubblicazioni:
  • R. M. Solow, The New Industrial State or Son of Affluence, The Public Interest, Autunno 1967, p. 108
 
  • R. M. Solow, Capital Theory and the Rate of Return, 1963
 
  • R. M. Solow, Linear Programming and Economic Analysis, con Robert Dorman e Paul Dorman Samuelson, 1958
 
  • R. M. Solow, Technical Change and the Aggregate Production Function, Review of Economics and Statistics 39, Agosto 1957, p. 312-320
 
  • R. M. Solow, A Contribution to the Theory of Economic Growth, Quarterly Journal of Economics 70, Febbraio 1956, p. 65-94